F.A.Q. – Domande e Risposte

fotoDomandeRisposte

Queste sono alcune delle domande che sentiamo più spesso, sia sulla tecnica EFT, Tecnica di Libertà Emotiva, che sulla disciplina Programmazione Neuro Linguistica (PNL) e il metodo integrato di Lucy Pole, la simbiosi delle due conoscenze: PsicoSoluzioni PNL.

 


D. Che cos’è questa nuova tecnica energetica: EFT?
R. La Tecnica di Libertà Emotiva, (EFT) o Emotional Freedom Techniques è una cugina dell’agopuntura, ma usando la pressione delle dita al posto degli aghi. Funziona in base alle scoperte recenti sulla connessione tra le energie sottili del corpo, le emozioni e la salute. Con la stimolazione dei meridiani energetici del corpo, si liberano energie bloccate e le risorse naturali per la guarigione.
E’ completamente naturale, facile da imparare ed auto-gestire (almeno al livello base) senza effetti collaterali negativi e spesso funziona dove nient’altro è riuscito.


D. Per cosa posso usare EFT?
R. Per ridurre i tempi di guarigione, ridurre dipendenza dai farmaci, eliminare effetti collaterali negativi, liberarsi dalle ossessioni, dal bisogno di fumo o alcool, dal peso in eccesso e dalle emozioni negative: la rabbia, il dolore sconvolgente del lutto, la vergogna, la solitudine, la depressione e senso di colpa.
Viene utilizzata per ogni sorta di disagio, compreso:
Auto-stima, Paure e Fobie, Dolore fisico, Rabbia, Allergie, Sensi di colpa, Dipendenze, Difficoltà respiratorie, Insonnia, Peso, Rapporti, Lutto, Ansia, Depressione, Attacchi di panico


D. Ci vuole una specializzazione o preparazione professionale per praticare EFT?
R. Assolutamente no – il meglio è che non necessita di qualifiche di nessun genere, questa tecnica è alla portata di un bambino di 8 anni! In fatti puoi scaricare, gratuitamente da questo sito, le lezioni di EFT per poter cominciare ad usarla in autonomia per una varietà infinita di questioni, sia emotive che fisiche, oppure, sempre gratuitamente, dal sito www.emofree.com, la Manuale di EFT in italiano.


D. E’ necessario crederci per avere successo?
R. Non è necessario crederci per riuscire con la tecnica poichè si interviene sull’energia sottile del corpo, che scorre meglio o peggio indipendentemente dalle credenze della persona.


D. Come tratta i problemi emotivi molto forti o che una persona ha avuto per tantissimo tempo?
R. Per EFT l’intensità o la durata del problema sono irrilevanti. Una parte delle cause originarie restano sempre la stessa: uno squilibrio nel sistema energetico, e la tecnica per liberare l’energia funziona in esattamente la stessa maniera per tutti problemi. Naturalmente quando il problema appare come “radicato profondamente” o “difficile da trattare” significa che ci sarà un mare di “gambe” che sorreggono la superficie del tavolo, ossia di eventi o esperienze specifici che rinforzano il disagio, sia questo di natura emotiva che di natura fisica. Per esempio, se una donna si lamenta di avere molto bassa auto stima, e dice che è sempre stata così, ci saranno tanti episodi nella sua vita passata che per lei dimostrano la sua ragione di avere bassa auto stima. Si cercheranno gli eventi più salienti dal passato e si lavorerà su questi, sempre uno alla volta. Quando EFT richiede perseveranza NON è perché il problema è grave o di lunga durata, ma piuttosto è dovuto ai molteplici aspetti che il problema ha.


D. Cosa fare quando EFT ‘non funziona’?
R. Quando non sembra fare progressi su una questione, di solito il problema non è EFT, ma spesso la mancanza di risultati è addebitabile all’inesperienza dell’operatore/ utente. L’esperienza dimostra che gli operatori che hanno molta pratica non falliscono molto spesso. In confronto ai metodi convenzionali, si riesce a fare progressi impressionanti con quasi ogni problema che ha una causa emotiva, compreso molte questioni fisiche.
Prima di tutto bisogna controllare che la Ricetta base sia stata eseguita correttamente, compreso la formulazione dell’Affermazione Iniziale e le sequenze di Tapping, senza saltare nessuna parte. L’ultima frase: “Mi accetto e mi voglio bene pienamente e profondamente” deve essere pronunciato Urlando a squarcia gola, per superare il Ribaltamento Psicologico, o il Guadagno Secondario, che ostacola la riuscita della tecnica quando è presente.
Spesso i principianti con EFT cercano di affrontare una questione Globale, troppo generica, come ‘auto-stima’ o ‘sicurezza’. Questi devono essere ridotti ai componenti specifici, eventi o esperienze particolari, per poter fare progressi e notare la differenza.
Poi bisogna cercare il cuore emotivo del problema, con domande di questo tipo, per fare progressi con i casi più duri:
Cosa ci può essere che ci ostacola? Cosa è che non ho ancora visto? Quale questione di fondo non sono ancora riuscito a trovare?
Un’altra cosa che potrebbe rendere il lavoro nullo è la presenza di molteplici aspetti del problema, anche qui bisogna trattare sempre un aspetto alla volta, singolarmente. Molte volte la riuscita dipende anche semplicemente dalla ripetizione della tecnica, diverse volte al giorno e continuamente.


D. Quanto dura di solito l’effetto di questo ‘rimedio veloce’?
R. Spesso le persone pensano che una soluzione così veloce a problemi di questa natura non potrebbe essere duraturo, perché siamo abituati all’idea del trattamento lungo e difficile. Invece non è così. I risultati ottenuti con EFT generalmente durano fino a quando le circostanze materiali in relazione alla questione specifica non cambiano. Cioè, come nascono nuovi aspetti o nuovi fattori d’influenza, bisognerà ripetere la tecnica con riferimento ad essi, sempre, come prima, in modo specifico ad ogni nuovo aspetto, per mantenere la condizione soddisfacente. Quando si tratta di questioni del passato, spesso si risolvono in modo permanente, mentre con questioni riguardo alla personalità, come l’essere ansioso, è utile ripetere continuamente sequenze di EFT.


D. Cosa vuol dire ‘Programmazione neuro-linguistica’?
R. Il termine “Programmazione” si riferisce alla sequenza di azioni, reazioni ed emozioni che impariamo, in risposta a ciò che avviene intorno a noi. Con la ripetizione dell’evento, la nostra reazione viene appresa in modo automatico, programmato, a livello inconscio, e non richiede più la nostra attenzione. Il termine “Neuro” si riferisce al sistema neurologico che coinvolge i cinque sensi, attraverso i quali si percepisce l’esperienza, si interpreta e si codifica mentalmente quanto appreso. Il termine “Linguistica” si riferisce al ruolo della parola e del linguaggio, sia nell’elaborazione mentale degli eventi, sia nell’espressione del pensiero, per comunicare con gli altri.


D. In che senso è una disciplina ‘alternativa’ e ‘naturale’?
R. Perché offre un metodo alternativo alla medicina tradizionale, ovviamente da utilizzare, quando necessario, come integrazione alla cura prescritta. E’ ‘naturale’ perché utilizza le risorse interiori e positive della persona stessa, e la sua creatività.


D. Come funziona la ‘Programmazione’?
R. Da quando siamo piccoli e specialmente durante l’adolescenza, le reazioni comportamentali ed emotive vengono impresse nel nostro subconscio, sia in positivo che in negativo. Nel momento della necessità di un nuovo programma, si ricorre automaticamente alle nostre risorse interiori per generare una reazione adeguata, che poi diventa quella di abitudine. Ma poi, più tardi nel tempo, lo stesso comportamento può risultare non più opportuno, o addirittura sconcertante, e vorremmo maggiore scelta di azione. La PNL utilizza le stesse tecniche naturali del processo della programmazione automatico per far adottare reazioni e comportamenti selezionati da e per la persona stessa.


D. Come si sviluppa la lezione di gruppo?
R. I gruppi sono di solito composti di 6-8 persone, piccoli gruppi per permettere ad ognuno dei partecipanti di intervenire attivamente. Ogni volta si tratta una tecnica nuova, con spiegazione della teoria e dimostrazione della pratica e poi gli esercizi in gruppo, in coppie o individuali. Dopodiché è il momento della verifica e la discussione dell’esperienza dei partecipanti. Durante la settimana tutti hanno il tempo per fare pratica degli esercizi, ognuno applicandoli alla propria realtà e le proprie situazioni, e nella lezione successiva la discussione e scambio di idee che ne scaturisce, serve ad arricchire la conoscenza di tutti. La mia situazione è realmente difficile.


D. Come può La PNL aiutarmi?
R. Ovviamente la frequenza di un corso non può cambiare i fattori esterni della situazione personale, e cioè gli elementi che non dipendono da noi. Quello che può cambiare, però, è il nostro modo di vedere e percepire la realtà, e di realizzare le nostre risorse, di determinazione, comprensione, autorevolezza o amore, che sono richieste. A volte, facendo tesoro di questa ricchezza interiore, si modifica il nostro atteggiamento nei confronti di un’altra persona, e di riflesso, anche il suo comportamento nei nostri confronti.


D. In che misura la PNL è una tecnica scientifica e quanto dipende dalla fiducia?
R. Lo studio neurologico dei processi di pensiero e i meccanismi cognitivi che producono le nostre reazioni, sono la struttura scientifica sulla quale la teoria e la pratica della PNL si appoggia. La ricerca scientifica ha verificato abbondantemente che la fiducia è un elemento chiave nel superamento di numerosi tipi di disagio comune, e ugualmente convinzione e fiducia hanno un ruolo rilevante anche nel successo di queste tecniche.


D. Quanto tempo dura l’effetto di una tecnica riuscita?
R. Talvolta ci sembra che non cambia mai niente, ma in verità, nel corso della vita accadono continuamente delle variazioni, a volte piccole, a volte devastanti e a volte feconde, e noi ci adeguiamo nel modo migliore. Quindi con il passar del tempo e con l’esperienza acquisita, siamo in uno stato di evoluzione personale permanente. Tuttavia una caratteristica dell’inconscio è che, quando ha la possibilità, tende sempre verso la soluzione più soddisfacente per il benessere della persona, e questo significa che i comportamenti positivi che vengono imparati, solitamente durano nel tempo, e comunque costituiscono delle risorse positive per il prossimo sviluppo.


D. Si possono fare le tecniche da soli, o bisogna farsi aiutare da un consulente?
R. Molte tecniche semplici, una volta imparate anche a livello inconscio, fanno le basi di un atteggiamento positivo nella vita, e hanno il potenziale di generare miglioramenti inaspettati anche in altri aspetti della persona. Per gli interventi più complicati che richiedono il pieno coinvolgimento della persona, la riuscita è facilitato dalla guida di un operatore.


D. In quali situazioni viene impiegato la PNL?
R. La PNL è stata utilizzata negli USA e negli altri paesi Europei, in tutte le istituzioni dove c’è un rapporto con il pubblico: gli ospedali, le scuole, uffici pubblici, amministrazioni, carceri e così via, ma viene impiegato soprattutto come integrazione nel rapporto terapeutico per aiutare le persone a superare le difficoltà individuali.


D. Sono sempre tesa e nervosa, vorrei solo potermi rilassare!
R. Per prima cosa nel gruppo si insegna la teoria e la pratica di vari esercizi che portano ad uno stato di rilassamento, distensione e conseguente senso di benessere. Oltre ad essere lo stato ottimale per imparare, è anche lo stato più favorevole per ottenere buoni risultati già durante gli esercizi.
Può essere utilizzata la “programmazione” contro la mia volontà?
Questa domanda rivela già una contraddizione, perché la programmazione avviene, sia a livello conscio che inconscio, in modo volontario, con attiva partecipazione e secondo i criteri, i valori e la moralità della persona stessa, e proprio per questa sua natura, non potrebbe mai essere imposta da altri.


D. Vorrei tanto dimagrire, ma non ci riesco. Sarà possibile?
R. Con degli esercizi semplici, piacevoli e rilassanti, quella meta che si vuole raggiungere, per esempio un adeguato peso forma, apparirà talmente affascinante, motivante e accattivante che si potrà facilmente dominare la voglia di mangiare troppo, male o fuori dei pasti.

 

La versione originale della EFT del suo creatore, Gary Craig, si trova al sito: www.emofree.com.
Ma nota bene: pur avendo ottenuto risultati notevoli, EFT è ancora da considerarsi allo stadio sperimentale. Ne consegue che sia i praticanti che gli utenti sono completamente responsabili del suo utilizzo. EFT costituisce un metodo energetico anche se non è una pratica medica.

Leave a Reply