Sequenza Base EFT

La Psicologia Energetica con EFT unisce la conoscenza antica dei meridiani energetici dell’agopuntura con la psicologia neuro linguistica di recente sviluppo per produrre una pratica per ridurre il disagio connesso allo stress: paure, ansia, rabbia e tensione, in primo luogo.

EFT viene spesso sbandierato sul web come una cura miracolosa o ‘quick fix’, e in effetti, in molti casi dello stress di tutti i giorni si riescono ad ottenere i risultati desiderati, anche quando usata da principianti.

Va detto, però, che con i problemi più complessi, come bassa autostima, depressione o difficoltà nei rapporti personali, è necessaria la costanza nell’utilizzo delle tecniche, con applicazioni ripetute e continuative per raggiungere risultati soddisfacenti.

Poiché vi è spesso un trauma emozionale all’origine del disagio, anche se lontano nel tempo, cerchiamo di risalire a quegli eventi traumatici. Ma, diversamente dall’approccio della psicologia tradizionale, con EFT non andiamo a rievocare il disagio emotivo nel tentativo di desensibilizzare il trauma, perché con il tapping si riesce a ridurre il disagio in modo sensibile e riportare un discreto grado di serenità, senza dover rivivere la sofferenza.
Comunque, durante il processo di liberazione da tali emozioni, è possibile che altre emozioni emergano, da eventi o esperienze dimenticati, ma collegati.

Quando la persona prova un tale nuovo malessere, potrebbe avere l’impressione che EFT non ha funzionato.

Ma in effetti questo significa semplicemente che abbiamo dell’altro da fare, altre emozioni da trattare, prima di essere liberati del tutto del malessere.

In questi casi, appunto, è sempre consigliato di farsi assistere da una persona esperta e qualificata per gestire il processo nel modo più appropriato.

E’ normale provare tristezza o rabbia per un fatto triste o stressante, ma quando la reazione va oltre livelli normali e disturba il regolare funzionamento quotidiano della persona, l’appetito, la concentrazione, il sonno, la capacità di rilassarsi, allora diventa eccessiva.

A questo punto l’intensità dell’emozione avrà un valore da 0 a 10 sulla scala SUDs, e questa emozione negativa in eccesso è quella che sarà sciolta e liberata con il processo di tapping.

Il monitoraggio soggettivo dell’intensità del disagio sulla scala SUDs da 0 a 10 serve a dare un riferimento iniziale e a controllare e guidare il processo.

EFT non è una cura medica e non intende sostituirsi a trattamenti medici o psicologici, ma piuttosto quando è usata in modo complementare, di sostegno, serve ad accelerare e stimolare i processi naturali atti a ristabilire il benessere psico-fisico della persona in ogni sua dimensione.

Per ricevere subito la Sequenza Base e iniziare in autonomia, inserisci la tua Email qui sotto e premi il tasto “Iscriviti”

punti-meridiani-testa